Aprile  2024
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30  

ANNO MARIANO ORIONINO

Dal 11 febbraio al 20 novembre 2024

“Si consacri l’anno alla Mater Dei e si intensifichi in noi e negli altri, specie nei Confratelli e dipendenti, una tenera e filiale devozione alla Madonna”. (San Luigi Orione)

Carissimi Confratelli, Consorelle

e Laici della Famiglia Carismatica Orionina,

«Nel Nome Santissimo di Dio Onnipotente, Uno nell’individua Trinità, Padre e Figlio e Spirito Santo e dell’Immacolata e Beatissima e sempre Vergine Maria, grande Madre di Dio!» (Scritti 52,4).

Con queste parole di San Luigi Orione, scritte nel 1900, veniamo da voi per annunciare che i Consigli Generali dei Figli della Divina Provvidenza e delle Piccole Suore Missionarie della Carità, insieme ai Responsabili Generali dell’Istituto Secolare Orionino, Istituto Secolare Maria di Nazareth e Movimento Laicale Orionino hanno deciso per tutta la Famiglia Carismatica la realizzazione dell’

ANNO MARIANO ORIONINO

La lettera  IT  ES  PL  PT  ENG  FR

Le imaginette IT  ES  PL  PT  ENG  FR

dall’11 febbraio al 20 novembre 2024, in risposta a quanto voluto un tempo anche da Don Orione: “Si consacri l’anno alla Mater Dei e si intensifichi in noi e negli altri, specie nei Confratelli e dipendenti, una tenera e filiale devozione alla Madonna.”

L’evento prende origine dal fatto che il prossimo 30 luglio 2024 ricorrerà il centenario della data nella quale Don Orione ha annunciato la “Mater Dei” come titolo proprio della Madonna per la Piccola Opera: “La nostra Congregazione vuol essere ed è tutta cosa di Maria. (…) E perché? Perché Essa è la Teotókos, la Deipara, la Mater Dei, la Immacolata Madre di Dio. Ecco, dunque, il compito nostro: associare Maria a Gesù Cristo in ogni atto religioso e confessare la divinità di Lui (…). Noi vogliamo confessare sempre, anche nel culto di Maria, la divinità di Gesù Cristo, come il nostro cuore, la nostra mente e la nostra fede lo crede, lo ama e lo adora (…). Dopo tanti anni che ho pregato sono venuto nella decisione di mettere in venerazione nelle nostre Case la Madonna col titolo di Madre di Dio. (…) Questo vorrei: dobbiamo abituarci a vedere, in seno a Maria, Gesù. (…) Noi vogliamo la Madonna con Gesù, vogliamo la Madonna con Gesù–Dio. Maria è la Madre di Dio!”. (cfr. Scritti 56,215-221) “La Madonna nostra della Divina Provvidenza, è la Mater Dei, la onnipotente per grazia” (Riunioni 65).

Chiediamo, pertanto, a tutti i Superiori e Superiore, membri degli Istituti Secolari e del Movimento Laicale – in particolare i responsabili e laici impegnati nei nostri santuari mariani – di organizzare la realizzazione di questo evento mariano. La prima cosa da fare, certamente, è rendere più intenso e vissuto il culto mariano, specialmente alla luce della teologia mariana di Don Orione, approfondendone la sua conoscenza tra i religiosi e tra i laici. Poi, dare avvio o rafforzare qualche opera o attività caritativa nella linea di quanto suggerito dal Fondatore per celebrare allora il XV centenario della proclamazione del dogma della Mater Dei: “Studiare (…) la possibilità che ogni Casa apra, infra annum, un Oratorio festivo come istituzione che ricordi il Centenario della proclamazione del dogma della Mater Dei.

Inoltre, l’Anno Mariano ci può mettere, più intensamente, in comunione con il desiderio del Santo Padre Papa Francesco, di dedicare l’anno precedente al Giubileo 2025 come “Anno della Preghiera”.

La Curia Generale dei Figli della Divina Provvidenza si è già attivata per realizzare un segno di comunione con i desideri e i gesti del Fondatore. Si sa che dopo l’annuncio del 1924, Don Orione si prese la premura di fornire le Case della Congregazione, anche dell’estero, di riproduzioni del quadro della Mater Dei. Quindi, i Figli della Divina Provvidenza si sono presi come compito di rinnovare questo gesto del Padre e provvederà a fornire a tutta la Famiglia Carismatica l’immagine della Mater Dei in tre misure: una più grande per gli spazi più ampi come una chiesa (70cmx50cm); una misura media per le case religiose (45cmx30cm); e una misura più piccola (14cmx20cm) per la casa dei laici, per esempio. Prossimamente arriveranno alle sedi di Provincia o Delegazione per la distribuzione locale.

Vi chiediamo di accogliere questo gesto come fatto da Don Orione: “Vi ho portato un’immagine della Mater Dei che vi do come ricordo… e vi prego di diffonderla tra le anime e inculcarne la devozione nei cuori di quanti si trovano nelle nostre Case e di aprirli alla più tenera e filiale devozione a Maria Santissima, venerata sotto il più grande e più dolce titolo di Madre di Dio. Vi prego vivissimamente di farne la più larga diffusione per accrescere ovunque la devozione e l’amore alla Madonna secondo lo spirito che sapete essere proprio della Congregazione.” (15 agosto 1929).

Tenendo in mano l’immagine, possiamo metterci tutti in comunione per intronizzare ufficialmente il quadro nelle case religiose e in quelle dei nostri laici nel giorno 16 maggio 2024, quando celebreremo il 20° della Canonizzazione di San Luigi Orione. E poi, “Avanti nel nome di Maria, invocata sotto il titolo di Mater Dei! Camminiamo con la Madonna, camminiamo alla sua luce immacolata e seguiremo la via segnataci dalla Provvidenza!

Vi salutiamo tutti nella gioia di avere come Padre il nostro San Luigi Orione, anima mariana.

Fraternamente,

P. Tarcisio G. Vieira                                      Sr. M. Alicja Kedziora
  Figli della Divina Provvidenza                 Piccole Suore Missionarie della Carità

                               Rosita Dore                                                             Dina Guardini
                     Istituto Secolare Orionino                                        Istituto Secolare Maria di Nazareth

                                                                    Armanda Sano
                                                     Movimento Laicale Orionino