Ottobre  2021
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   
  1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

5° COMUNICATO DEL XII CAPITOLO GENERALE PSMC – PRESENZA DEGLI INVITATI

17 maggio

anteprima17052017I giorni dal 12 al 16 maggio il Capitolo Generale è stato arricchito dalla presenza degli invitati: amici, collaboratori e rappresentanti delle varie componenti della Famiglia carismatica tra i quali: Don Tarcisio Vieira, Superiore Generale dei Figli della Divina Provvidenza, che ha partecipato insieme al Vicario generale Don Oreste Ferrari e ai Consiglieri Don Fernando Fornerod e don Pierre Assamouan Kouassi; la Responsabile dell’Istituto Secolare Orionino (ISO) Maria Rita Orrù e il Coordinatore Generale del Movimento Laicale Orionino (MLO) Javier Rodriguez Mendez, Antonella Simonetta, Vicky Quondamatteo, Armanda Sano, Marta Cassano, Luisa Pietronave e Teresa Wosinska.

Le giornate vissute assieme agli invitati sono state illuminate dagli interventi dei Relatori ai quali sono stati affidati alcuni temi per approfondire e agevolare le riflessioni nei lavori di gruppo dedicate in modo particolare all’elaborazione del Documento Decisione Limite, e per le decisioni del XII Capitolo Generale. I relatori intervenuti sono stati: il Cardinale João Braz de Aviz, Prefetto della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica (CIVCSVA), il Prof. Marco Guzzi, poeta, filosofo ed ideatore dei Gruppi “Darsi Pace” e Sr. Tiziana Longhitano sfp, Preside ISCSM – Pontificia Università Urbaniana.

Mons. Braz de Aviz, il 12 maggio ha aperto gli interventi con il tema: “Il momento attuale della Vita Consacrata visto dalla CIVCSVA; quali priorità, di fronte alle decisioni di un Capitolo Generale, guardando il futuro”. Partendo dalla considerazione degli stimoli all’innovazione generati dal Concilio Vaticano II e costantemente proposti da Papa Francesco, e al contempo dalla costatazione che: “Ogni sistema stabilizzato tende a resistere al cambiamento e si adopera per mantenere la sua posizione”, Mons. Braz ha individuato 4 campi in cui le sfide attuali della VC sono particolarmente aperte: la Formazione, la reciprocità uomo-donna; il servizio dell’autorità e infine la gestione dei beni ecclesiastici degli Istituti, dei quali tratta anche l’ultimo documento della CIVCSVA: “Per vino nuovo otri nuovi”, orientamenti per saggiare con parresìa gli otri adatti a custodire i vini nuovi che lo Spirito continua a donare alla sua Chiesa, esortando ad avviare mutamenti con azioni concrete a breve e lungo termine.

Dopo un breve dibattito, tutti si sono recati alla S. Messa presieduta dal Cardinale e poi al pranzo. La sua presenza vicina e paterna ha portato al Capitolo tanta gioia e fraternità, testimonianza e concretizzazione di ciò che la Chiesa chiede dalla vita consacrata.

Sabato 13 maggio i lavori sono stati aperti dall’intervento del Prof. Marco Guzzi con il tema: “La Vita Consacrata di fronte alla svolta attuale, di un mondo/umanità in trasformazione, alla fragilità delle persone oggi e di fronte al futuro”.

Il relatore ha aiutato a capire la svolta antropologia in atto e le sue conseguenze per la vita consacrata. Nella confusione dei cambiamenti epocali sta nascendo la nuova umanità… Il problema più urgente che emerge in tutta questa dinamica trans-formativa sembra essere quello formativo: come possiamo favorire prima di tutto in noi stessi e poi nel mondo l’emersione di questa figura nuova dell’umanità? Il relatore ha ribadito che stiamo vivendo un tempo propizio per una nuova stagione di sperimentazione della fede per la quale sono necessari dei nuovi processi di iniziazione cristiana per portare avanti la nuova evangelizzazione.

Dopo una breve pausa i partecipanti hanno dialogato con il relatore, e in seguito Sr. Maria Pacifico (di Santa G. Antida) e Sr. M. Alicja Kedziora, hanno dato la loro testimonianza sui frutti della loro partecipazione al processo di liberazione interiore nei Gruppi “Darsi pace”, ideati dal Prof. Guzzi.

Sr. Tiziana Longhitano sfp, lunedi 15 maggio ha quindi affrontato il tema: “Vita Consacrata, chiamata ad essere “discepola-missionaria” nella Chiesa di Papa Francesco: sfide, opportunità, rischi”.

La relatrice ha fatto una breve riflessione su tre temi: “Essere discepole-missionarie”; “Uscire oggi” e “Profezia della carità”, proponendoai partecipanti alcune domande e offrendo un breve spazio per la riflessione personale.

E’ seguito quindi il momento dedicato ai lavori nei gruppi e successivamente la condivisione in sala con un ulteriore dialogo e interscambio con Sr. Tiziana. Nel pomeriggio gli invitati si sono riuniti per preparare le risposte alle domande poste loro dal Capitolo.

Martedì 16 maggio, la giornata è stata aperta da una breve preghiera iniziale e dall’ascolto e condivisione della risposta del gruppo degli invitati alle domande loro proposte. Dopo alcune spiegazioni e precisazioni gli invitati hanno rivolto alle Suore capitolari un bel messaggio-augurio, e a mezzogiorno Padre Tarcisio Vieira Superiore generale FDP, ha presieduto la Santa Messa in onore di San Luigi Orione, sottolineando nella sua omelia la bellezza della Famiglia carismatica che dipende da ognuno di noi. Alla fine Madre M. Mabel assieme al consiglio uscente ha regalato a ogni rappresentante delle province, missioni e ai diversi componenti della famiglia carismatica l’album del Centenario delle PSMC, e il P. Tarcisio ha donato a tutti un ritratto in bronzo di san Luigi Orione. Un momento particolarmente emozionante è stato quello della consegna della Reliquia del sangue di Don Orione alle due provincie Argentine (PSMC-FDP) nelle mani di Sr. M. Trinidad e di don Fernando Fornerod.

Dopo il pranzo, consumato in clima di Festa e di vera famiglia, gli invitati al Capitolo si sono congedati, in attesa di ritrovarsi tutti il 26 maggio in Vaticano, per l’Udienza privata con Papa Francesco.

Le suore capitolari nel pomeriggio hanno continuato e completato il lavoro secondo le indicazioni della metodologia. Le attività proseguono il 17 e 18 maggio secondo la metodologia stabilita e il giorno 19 la giornata sarà dedicata interamente al silenzio personale in preparazione dell’elezione della Superiora Generale che avverrà la mattina di sabato 20 maggio, seguita nel pomeriggio da quella delle Consigliere Generali.