Settembre  2021
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   
  1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30  

Coordinamento Italia Centro

MLO Selargius : terza Domenica di Pasqua

Tema del mese di aprile : Parla di come vivi la presenza di Dio…

th (1)A fondamento della fede cristiana c’è Gesù risorto: senza risurrezione, il silenzio avrebbe avvolto e cancellato il suo ricordo per sempre. Fu l’esperienza di quel primo giorno dopo il sabato a rilanciare tutto. Ora, è per l’importanza e la centralità di questo evento che la liturgia disegna davanti a noi un itinerario centrato sull’esperienza del Risorto: le assemblee eucaristiche domenicali, infatti, altro non sono che memoria e celebrazione della morte e risurrezione di Gesù, appuntamento irrinunciabile per i battezzati. Continua a leggere

MLO Selargius : Seconda Domenica di Pasqua

Tema del mese di aprile : Parla di come vivi la presenza di Dio…

th (2)La solennità di Pasqua ci immerge nel cuore del cristianesimo, nella pienezza della vita nuova. E la liturgia, per sottolineare questa pienezza, ci fa vivere le 7 settimane di Pasqua come un solo giorno di festa che culmina a Pentecoste con l’unzione dello Spirito Santo. E’ un tempo straordinario ritmato dal canto dell’Alleluia e dal quotidiano ascolto degli Atti degli Apostoli e del Vangelo di Giovanni. «I Vangeli – scriveva Origene – sono il compimento di tutta la Bibbia, e il Vangelo di Giovanni è il compimento dei Vangeli. Nessuno può afferrarne il senso, se non ha riposato sul petto di Gesù». Continua a leggere

MLO Selargus (CA): Domenica delle palme

Tema del mese di marzo:  Per ascoltare, va’ al di là delle parole!

Ges___a_Gerusalemme_450La Quaresima, che quest’anno ci ha fatto rivivere le alleanze di Dio con l’umanità (Noè, Abramo, Mosè), ci immette ora nella Settimana santa. Sono i giorni sacri per eccellenza, i giorni in cui ci immergiamo adoranti nel mistero della passione, morte e risurrezione di Gesù. Quella che egli ha atteso e vissuto come “la sua ora” diventa adesso la nostra ora: ora di salvezza, di svolta e di speranza per l’umanità. La vita di Gesù è stata un pellegrinaggio verso la croce, il pulpito che Dio ha scelto per annunciare al mondo chi è Lui per noi: è il Padre misericordioso che ci ama fino a dare-sacrificare il Figlio! Il Vangelo di Marco tocca il vertice ai piedi della croce, dove un pagano, il centurione, vedendo Gesù «spirare in quel modo», fece la prima professione di fede: «Davvero quest’uomo era Figlio di Dio!». E’ il punto d’arrivo della Quaresima. Continua a leggere

MLO Selargius (CA): quinta domenica di quaresima.

Tema del mese di marzo:  Per ascoltare, va’ al di là delle parole!

th grano 2

Eccoci alla quinta tappa di una Quaresima che sta mettendo a fuoco una domanda seria: che immagine di Dio ci portiamo dietro? E, di conseguenza, come si configura il nostro rapporto con Lui? La rilettura delle alleanze di Dio con l’umanità (Noè, Abramo, Mosè) ha avuto la funzione di ravvivare la consapevolezza che abbiamo a che fare con un Dio che è per noi, un Dio che incontriamo non tra le nuvole, ma sul terreno concreto della storia. E’ qui infatti che stringe un patto con Abramo e glielo fa scrivere sulla carne (la circoncisione) perché i figli non se lo scordino; con Mosè l’alleanza la scrive su tavole di pietra. Ma le alleanze noi non le reggiamo! Continua a leggere

MLO Selargius (CA): quarta domenica di quaresima.

Tema del mese di marzo:  Per ascoltare, va’ al di là delle parole!

th (1)La Quaresima ci sta guidando a fissare gli occhi sulla croce di Gesù. E’ di qui che dobbiamo passare per vedere l’uomo nella luce giusta; è qui che dobbiamo sostare per scoprire e gustare con quale Dio abbiamo a che fare. Partiti dal deserto delle tentazioni e saliti con Gesù sul monte della trasfigurazione, siamo entrati, Domenica scorsa, nella 2a parte della Quaresima. Il primo impatto è stato con un Gesù adirato con chi monetizza persino il rapporto con Dio! Colui che è “il tuo Dio” non si vende e non si compra: si ama! E’ un Dio fedele, sì, ma anche esigente, perché serio è l’amore che lo spinge fino al dono/sacrificio di sé per noi peccatori. E’ – come scrive san Paolo – il Padre che «da morti che eravamo per le colpe, ci ha fatto rivivere con Cristo»; è il Padre che manda il Figlio con un solo, preciso scopo: «perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna». Questo disegno (mistero) diventa lampante sulla croce! Il percorso della Quaresima ci conduce qui: a riposizionare al centro della vita quel Dio-Padre che, sebbene trascurato, continua a proporsi come il Dio per noi, il Dio delle alleanze: è questo lo scrive sulla croce di Gesù col sangue! Continua a leggere